Page tree
Skip to end of metadata
Go to start of metadata
  1. Verificare che gli indirizzi siano raccolti in modo legittimo, ad esempio tramite form di iscrizione di tipo COI (Confirmed Opt-in) cioè dove l’utente deve confermare la propria iscrizione cliccando su un link ricevuto in Email. In questo modo indirizzi errati o inseriti in modo malizioso da utenti sotto falso nome, non verranno iscritti.
  2. Nel caso si utilizzino liste vecchie e mai usate/gestite in precedenza, si consiglia di effettuare l’invio a piccoli blocchi (es. 10.000 ogni volta), in modo da ridurre l’effetto negativo sulla deliverability / reputazione del mittente.
  3. Il sistema provvede in automatico a rimuovere gli indirizzi errati già dopo il primo tentativo se l’errore è grave (HB – casella inesistente) mentre in altri scenari sono necessari fino a 6 invii prima che la lista venga completamente ripulita, in automatico
  4. Verificare il dettaglio degli Errori (Menu Destinatari / Email / Non raggiungibili) per controllare la tipologia di errore. Ad esempio se gli errori sono tipo MB (Mail Block) significa che il mittente è stato riconosciuto come spammer. Verificare in questo caso le modalità di raccolta degli indirizzi, rimuovendo tutti quelli di cui non si ha un consenso (ad esempio elenchi acquistati, elenchi di pubblico dominio, indirizzi raccolti in internet) e che non hanno mai ne’ aperto ne’ cliccato i messaggi inviati.
  • No labels