Page tree
Skip to end of metadata
Go to start of metadata

Il mittente di un SMS può essere numerico (es. +39347999999) oppure alfanumerico (es. Pippo spa).

I mittenti numerici autorizzati sono quelli di tipo nazionale o internazionale della numerazione di rete fissa o rete mobile, che sia esistente e funzionante e di proprietà del responsabile dell'invio dei messaggi.

Non sono ammessi mittenti legati a numerazioni speciali o ad addebito ripartito (numeri verdi, 800...., 199..., 899... etc). La normativa è tuttavia poco chiara e in via di cambiamento, quindi la possibilità di invio con mittenti numerici - salvo quando legati a numerazioni dedicate alla ricezione professionale di SMS (inbound) - potrebbe essere vietata nei prossimi mesi.

I mittenti alfanumerici (cd. "Alias") devono invece rispettare le seguenti condizioni:

  • è costituito in modo tale da agevolare al massimo l’individuazione da parte del destinatario del soggetto responsabile del contenuto della comunicazione oppure del bene o servizio offerto dallo stesso, riducendo, al contempo, le possibilità di indurre a false individuazioni, pertanto è costituito in modo da essere distintivo dell’utente, non lesivo di diritti altrui e non ingannevole per il destinatario. Ad esempio alias generici come "Segreteria" non sono ammessi.
  • Alias che richiamino Enti ed Istituzioni pubbliche, di qualunque natura, sia di tipo generico, come ad esempio: “Ministero”, “Comune”, “Ospedale”, ecc., sia proprio, come ad esempio: “Interno”, “Roma”, “San Camillo”, ecc. è riservato esclusivamente ai medesimi Enti ed Istituzioni e non è associabile ad altri soggetti.
  • l’Alias non può essere composto esclusivamente da caratteri numerici.
  • Alias è determinato nel rispetto delle norme vigenti relative ai marchi.

La normativa di riferimento su questa parte è la Delibera AGCOM n. 42/13/CIR ("Norme per la sperimentazione di indicatori alfanumerici per l'identificazione del soggetto chiamante negli sms/mms impiegati per servizi di messaggistica aziendale").

  • No labels