Se scegli di comporre il tuo messaggio email partendo da una pagina vuota, puoi creare tutti gli aspetti della tua comunicazione: dal layout grafico agli aspetti tecnici.

 

Per una panoramica sulle tecniche per comporre un'email di successo, guarda i video tutorial e leggi le nostre risorse sull'email marketing, per imparare a:

  • scrivere un messaggio email rilevante
  • evitare gli errori più comuni
  • conoscere i metodi di autenticazione (SenderID, SPF, DKIM, DMARC)

Come usare l'editor

L'editor integrato ti permette di:

In alternativa, puoi lavorare in un'applicazione esterna, come Adobe Dreamweaver o simili, e poi copiare e incollare il codice HTML direttamente nell'editor.

L'editor integrato ha numerose funzioni utili, tra cui:

Per tutti i dettagli e dei video consulta la pagina specifica: Come usare l'editor.
Ricorda che puoi ampliare l'area di modifica andando nel menu Visualizza dell'editor e cliccando su "Tutto schermo".

Se vuoi permettere ai destinatari di condividere le tue newsletter sui social network assicurati di aver abilitato la pubblicazione delle email. Per abilitare la pubblicazione, vai nella sezione Configurazioni > Impostazioni lista > Proprietà > Avanzate e spunta la casella "Pubblica online".

Prima di inviare la newsletter testala sempre per verificare che la condivisione funzioni correttamente.

Usare il Gestore Immagini

Il Gestore immagini ti permette di caricare immagini, che sono salvate localmente nella piattaforma.

 

Gestore immagini

Quando carichi delle immagini assicurati di utilizzare dei nomi di cartelle che non contengano spazio (ad esempio: Fileimmagini) per evitare alcuni problemi legati alla visualizzazione delle immagini su Gmail.

Dopo aver inserito l'immagine potrai configurare alcuni parametri dell'immagine appena inserita, come aggiungere un Testo alternativo (riga di testo che compare quando l'immagine non è visibile), includere una descrizione, mantenere la proporzione tra altezza e larghezza, in modo che l'immagine non si deformi quando ne cambi la dimensione, inserire dei testi sull'immagine stessa.

Editor immagini

 

Anziché salvare localmente le immagini all'interno del sistema, puoi scegliere di inserire le immagini dal web. Puoi effettuare questa operazione entrando nel codice HTML del messaggio ed inserendo un tag.

Ecco un esempio base:

<img src="inserisci URL dell'immagine" alt="inserisci il testo che verrà mostrato se l'immagine non viene visualizzata">

Inserire i campi dinamici

Come usare i campi dinamici

Usa i campi dinamici per personalizzare i tuoi messaggi. I campi dinamici recuperano ed inseriscono nel messaggio tutte le informazioni contenute nel database come campi anagrafici (dati personali, preferenze, informazioni sull'accesso ad un sito di ecommerce)

Per esempio, se del tuo elenco di destinatari possiedi il nome di battesimo, puoi inserire il campo dinamico [ nome ] nella frase "Ciao [ nome ]" nell'introduzione della tua email; ogni destinatario vedrà il suo nome, per esempio "Ciao Marco".

Per evitare che i campi dinamici rimangano vuoti se non si possiede il dato dei destinatari, clicca il pulsante "Campi dinamici" in alto a destra al di fuori dell'area dell'editor per inserire un valore di default per ciascun campo dinamico

  • Per esempio, il valore di default per il campo [ nome ] può essere "Gentile Cliente"

Oltre a una serie di campi di default, inclusi campi specifici per l'ecommerce, puoi aggiungere i tuoi campi anagrafici personalizzati. Per visualizzare, modificare e aggiungere dei campi anagrafici vai a questa pagina

Per incrementare e aggiornare le informazioni sui destinatari all'interno delle tue liste, puoi utilizzare la funzione di autoprofilazione. Essa ti permette di creare un modulo personalizzato che i tuoi contatti possono compilare per aggiornare o aggiungere dati, che andranno a completare il loro profilo all'interno della piattaforma. Per maggiori informazioni sulla funzione di autoprofilazione, visita questa pagina.

Campi dinamici che contengono un URL

Se il campo dinamico contiene un URL, il URL non deve contenere il HTTP:// o HTTPS://, che deve invece essere presente nell'HTML del messaggio. La corretta sintassi da utilizzare per inserire un link dinamico, quindi, e' la seguente:

<a href="http://[mydynamicfield]">Il mio link dinamico</a>

...oppure per link sicuro:

<a href="https://[mydynamicfield]">Il mio link dinamico</a>

Se invece si usa la sintassi...

<a href="[mydynamicfield]">Il mio link dinamico</a>

... il sistema lo trattera' come un link locale e aggiungera' automaticamente l'URL della piattaforma.

Inserire contenuti dinamici

I contenuti dinamici ti consentono di mostrare contenuti differenti (banner, testo, immagini, feed RSS.) nel tuo messaggio email, a seconda del destinatario. Per capire come stabilire le condizioni per mostrare contenuti diversi a diversi destinatari, è necessario conoscere la funzione Filtri.

Per una guida all'utilizzo dei contenuti dinamici e dei filtri, vai a questa pagina

Opzioni avanzate

Il menu Avanzate ti dà accesso a numerose altre funzioni, come ad esempio:

Inoltre, il menu Avanzate ti permette di abilitare il link tracking in automatico, con il quale puoi:

  1. far sì che tutti i link nel tuo messaggio siano tracciati (utile a fini statistici)
  2. inserire un codice di tracciamento per una campagna di Google Analytics

Per saperne di più sul tracciamento di una campagna di Google Analytics vedi:

  • Articolo dal blog MailUp: campagne di Google Analytics
  • Articolo tratto dal nostro portale assistenza: tracciare i risultati di una campagna con Google Analytics (o qualsiasi altra applicazione di "web analytics")

Fare un invio di test con la funzione Invio veloce

Clicca "Invio veloce" per inviare al tuo indirizzo email la bozza di messaggio al quale stai lavorando. In questo modo hai la possibilità di avere un'anteprima di come lo visualizzeranno i destinatari.

Ti suggeriamo di effettuare qualche invio di test a caselle di provider popolari come Gmail, Yahoo e così via, prima dell'invio massivo a tutti i tuoi contatti

Per ulteriori approfondimenti sugli invii di test, visita questa pagina

 

Problema caratteri anomali nell'oggetto

Per evitare il problema dei caratteri strani nell'oggetto dei messaggi inviando con SMTP+ si consiglia di codificare l'oggetto con codifica QuotedPrintable

Ad esempio:

Il soggetto Cartão Vodafone com Chamadas e SMS Grátis, pede já o teu! deve essere codificato in questo modo:

=?utf-8?Q?Cart=C3=A3o=20Vodafone=20com=20Chamadas=20e=20SMS=20Gr=C3=A1ti?=
=?utf-8?Q?s,=20pede=20j=C3=A1=20o=20teu!?=
(La seconda riga inizia con uno spazio)

Ogni riga prodotta deve iniziare con la dichiarazione del tipo di codifica ed il charset utilizzato (in questo caso =?utf-8?Q?) e terminare con ?= .
Le righe non devono superare i 76 caratteri. I caratteri eccedenti devono essere portati in una nuova riga, indentata con uno spazio, e racchiusi anch'essi con la dichiarazione del tipo di codifica e il terminatore ?=


Per questioni di Deliverability sconsigliamo la codifica Base64, è preferibile utilizzare la codifica QuotedPrintable.